Sing For The Moment

[Verso 1] 
Queste idee sono incubi per i  
genitori bianchi, la cui peggiore paura 
è un bambino a cui piacciono 
i capelli ossigenati e gli orecchini, 
come se qualunque cosa gli dicessero, 
non avesse alcuna importanza. 
È spaventoso [vivere] in una casa 
dove non è permesso dire parolacce, 
vederlo camminare 
con le cuffie a tutto volume 
da solo nella sua stanza. 
Insensibile, non gli importa nulla, 
è un bambino difficile. 
Quello che lo infastidisce emerge 
quando parla del suo fottuto padre 
che se è andato. 
Perché lo odia così tanto 
che lo blocca, 
ma se dovesse mai  
rivederlo, probabilmente  
lo metterebbe a tappeto. 
I suoi pensieri sono stravolti, 
è arrabbiato, perciò risponde male. 
Parla come i neri, 
il rock e il rap gli hanno fatto 
il lavaggio del cervello. 
Porta i pantaloni bassi, 
i 2rags (1) e un cappellino a calza. 
Il suo patrigno lo ha picchiato 
così lui lo ha pestato di rimando 
e gli ha rotto il naso. 
Questa casa è una casa spezzata, 
non c’è controllo, lui si lascia 
semplicemente guidare dalle emozioni 
Dai ! 
[Ritornello – Steven Tyler] 
Canta con me, canta per l’anno, 
canta per le risate, 
canta per le lacrime, 
canta con me, solo per oggi, 
magari domani 
il buon Dio ti porterà via. 
[Verso 2] 
Il mondo dello spettacolo è pericoloso, 
è implicato con i gangsters. 
Nella terra dei killers 
la mente di un peccatore  
è un santuario. 
Solo che tu non sei santo, 
hai un solo amico: questa pistola. 
Sei un solitario perché  
hai bisogno di un solo amico. 
Ma tutti sentono di potersi identificare. 
Penso che le parole siano stronze, 
possono esser grandi  
o umiliare o ancora peggio  
insegnare l’odio. (2) 
È come se i ragazzini  
si aggrappassero ad ogni 
dichiarazione che facciamo 
come se ci adorassero. 
In più, tutti i negozi  
ci caricano di dischi di platino. 
Ora come cazzo è 
avvenuta questa metamorfosi? 
Dallo stare in veranda e 
agli angoli delle strade a rappare 
ad avere una fortuna e 
niente più culi da baciare. 
Ma ecco che questi 
critici ti crocifiggono, 
i giornalisti tentano di bruciarti, 
i fans ti si rivoltano contro, 
gli avvocati fanno in modo 
da poter mettere le mani su 
ogni moneta da 10 cent che hai. 
Vogliono che tu perda la testa 
ogni volta che ti arrabbi, 
così possono provare 
a farti sembrare 
una mina vagante (3) 
Ti viene da vomitare, non esiti a 
tirar fuori pistole ad aria compressa. 
Ecco perché quelli della pubblica 
accusa vogliono condannarmi in fretta. 
Solo per togliermi 
di mezzo alla svelta. 
Ma tutti i loro figli mi 
ascoltano religiosamente. 
Così autografo CD finchè la polizia 
non mi prende le impronte digitali. 
Sono dalla parte della figlia del giudice, 
ma lui ha del rancore contro di me. 
Se sono veramente una fottuta minaccia 
questa roba non avrebbe senso. 
È tutta politica, se la mia musica 
è letterale e io sono un criminale, 
come cazzo posso far 
crescere una bambina? 
Non potrei. 
Non ne sarei in grado. 
Anche voi dite un mare di stronzate. 
Guerrera (4), era un pugno 
quello che ti ha colpito! 
[Ritornello – Steven Tyler] 
[Verso 3] 
Dicono che la musica può 
alterare gli stati d’animo e parlarti, 
ma può anche caricare di proiettili 
una pistola ed alzare il cane? 
Be’, se può, allora la prossima 
volta che assali un tizio, 
dì al giudice che è stata 
colpa mia e verrò querelato. 
Vedi, quello che fanno i ragazzini 
è sentire che noi portiamo pistole 
e volerne una perché credono che 
sia fico, non sapendo che noi 
ci stiamo proteggendo sul serio. 
Siamo uomini di spettacolo, certo, 
ma questa roba influenza 
le vendite, ignorantoni. 
Ma la musica è il riflesso di noi stessi. 
Noi lo spieghiamo solamente, e poi 
ci arrivano gli assegni per posta. 
È pazzesco, vero? 
Come possiamo arrivare, 
partendo praticamente dal nulla, 
ad essere capaci di avere 
tutto ciò che volevamo? 
Ecco perché cantiamo per 
i ragazzi che non hanno nulla, 
tranne un sogno e 
una fottuta rivista di rap. 
Che attaccano foto di pin-up 
sui loro muri tutto il giorno, che 
idolatrano i loro rappers preferiti e 
sanno a memoria tutte le loro canzoni. 
O per tutti quelli che sono passati 
attraverso dei casini nella loro vita 
e per questo si siedono 
e piangono di notte 
augurandosi di morire. 
Finchè non mettono su un disco rap 
e si siedono e provano delle emozioni. 
Noi non siamo nulla per te, 
ma siamo la fottuta 
merda nei loro occhi. 
Ecco perché cogliamo l’attimo 
e cerchiamo di fermarlo e possederlo 
stringendolo e tenendolo, 
perché consideriamo preziosi 
questi momenti e forse 
lo ammetteranno quando 
ce ne saremo andati. 
Lasciate che i nostri spirirti  
continuino a vivere 
attraverso le parole che 
sentite nelle nostre canzoni. 
E noi possiamo … 
[Ritornello x 2 – Steven Tyler]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...